Il dramma positivo

Il dramma positivo

In questi ultimi 15 anni il fenomeno delle canalizzazioni ha subito un impennata a dir poco impressionante. Benché io sia personalmente refrattario alle idee propinate dal cosiddetto movimento New Age, ho tuttavia la convinzione che molti di noi traggono ispirazione e vengono sostenuti inconsapevolmente nelle proprie azioni (positive) da forme di energia estremamente evolute. Sono entità “sottili” che, invisibili ai nostri occhi per le caratteristiche del loro particolare piano di esistenza, hanno il compito di guidarci nei nostri progressi e assisterci nei nostri turbamenti poiché, a prescindere dalla forma, tutti facciamo parte della stessa immensa famiglia.

Una simile “responsabilità” le gratifica e le induce ad accompagnarci in questo complesso “gioco” in cui ci siamo identificati e in cui spesso ci perdiamo. Ognuno di noi in una certa misura è un “canale”, ma certi individui, grazie a predisposizioni innate o a momenti di grande aperturapossono comunicare direttamente con entità – o gruppi di entità – intelligenti che dimorano in dimensioni non fisiche. Propongo in questo post un messaggio pervenuto da entità conosciute come “il gruppo” il 15 aprile 2007. Per quanto non tutte lo siano, tali entità sono in questo caso benevole, non pretendono tributi, non impongono regole e non hanno un nome definito poiché forse sarebbe inappropriato attribuirgli una simile necessità.

In questo specifico messaggio viene trattato un argomento molto importante, il dramma. Siamo tutti coinvolti in drammi più o meno ricorrenti, li temiamo e crechiamo di evitarli in tutti i modi ma quasi sempre senza risultati. In realtà i drammi esistono perché sono indispensabili per ottenere la spinta necessaria all’evoluzione, ci costringono a rivalutare, a modificare la nostra percezione e a crescere. Capire l’importanza dei drammi, di qualsiasi natura essi siano, ci è utile per affrontarli ma anche per comprendere meglio le dinamiche che ci possono portare a cambiare le nostre credenze.

~ ~ ~
Rilasciare l’attaccamento al dramma

Saluti da Casa

L’ambiente che avete creato qui, su questo stupendo pianeta, sta diventando ogni giorno più simile a Casa. Visto dalla nostra parte del velo, il vostro gioco di spiriti che fingono di essere umani sta creando una certa commozione. Tutti gli occhi sono puntati su di voi, mentre vivete la vostra vita quotidiana. L’amore e l’energia di Casa sono il vento alle vostre spalle e sono con voi ogni giorno.

Il ricablaggio dell’umanità

Vi abbiamo parlato del ricablaggio che tutta l’umanità sta sperimentando adesso. Questo evento è molto più vasto di quanto si possa inizialmente immaginare. L’animale umano si sta evolvendo e quell’evoluzione vi permetterà di ospitare nella struttura della vostra bolla fisica di biologia una parte maggiore del vostro spirito. Oggi svilupperemo maggiormente questo concetto, così sarete in grado di vedere dove vi porterà questo.

Carissimi, se poteste vedere ciò che noi vediamo quando vi guardiamo e diciamo: “Saluti da Casa”, comprendereste la vostra magnificenza. Comprendereste perché siete venuti a prendere parte al Gioco con il velo, che vi impedisce di vedere chi siete veramente, saldamente al suo posto. A volte vi osservate e vi giudicate e pensate: “Devo essere stupido se interpreto ancora ripetutamente gli stessi modelli”. Vi applaudiamo perché sappiamo chi siete e manterremo quella visione fino a quando potrete vedere voi stessi come vi vediamo noi.

Dio Incarnato

Ad un livello molto profondo, voi sapete che state partecipando ad un Gioco del non essere in grado di ricordare chi siete; comprendete di partecipare ad un bellissimo, splendido gioco allo scopo di vedere Dio. Vi diciamo che in quello sta l’ingenuità. La realtà è che voi siete la totalità di Dio. Siete una parte integrante di Dio – non semplicemente una parte di Dio come il braccio, la gamba o l’unghia. Al contrario, ognuno di voi porta in sé l’intera essenza e tutte le capacità di Dio. Ognuno di voi porta la Luce in ogni cellula del proprio essere. Trovare quella Luce e farla risplendere luminosamente affinché possa essere vista dagli altri è ciò che siete venuti a fare qui. Questo è il Gioco che state facendo. E’ Dio che si cela a sé stesso, alla ricerca di sé stessa. Equilibrare quell’energia maschile/femminile diventa una delle massime componenti del Gioco. Oggi vi mostreremo un altro punto di vista che vi aiuterà a vedere voi stessi da una prospettiva diversa. Ricordate, questa non è ne una prospettiva corretta ne una prospettiva sbagliata, non è ne una prospettiva buona ne una prospettiva cattiva; gli opposti non esistono nella maniera in cui voi li pensate. Gli opposti sono semplicemente elementi della stessa cosa, visti da una prospettiva diversa.

Il dramma del Gioco

Per spiegarvi questo nuovo punto di vista, inizieremo con una singola parola. Molti di voi indietreggeranno nel sentire questo termine, poiché esso riveste un significato per lo più negativo. La parola è “dramma”. Oh, voi davvero non volete drammi nella vostra vita. Se c’è un dramma nella vostra vita, dite: “Non portare quel dramma vicino a me. Non voglio prendervi parte!” Ma la realtà è che gli umani stanno recitando un dramma superbo. Questo è ciò che fate. Siete attratti dai drammi. Siete inesorabilmente attratti dai drammi. Ecco perché amate guardare la tv e i film. Dà molto sollievo osservare i drammi che si svolgono nelle vite delle persone alle quali non siete affezionati. Ecco il motivo per cui siete tanto eccitati nell’andare a vedere una rappresentazione dove qualcuno recita una parte. Ora, per un momento, prendete quell’attore e mettetevi nei suoi panni… che cosa accade all’attore sulla scena? “L’attore sta pensando…. mmmm; ahh, il pubblico sta piangendo, quindi sto facendo un buon lavoro”. Il vostro più grande desiderio come attore è portare il pubblico dalle lacrime al riso, mentre segue l’intero dramma del personaggio che state interpretando. Come quell’attore sul palcoscenico, voi esprimete un dramma nella vostra vita. Esprimete un’idea, un messaggio ed una trama più o meno allo stesso modo di quell’ attore sul palcoscenico. Siete uno spirito che interpreta il difficile dramma di fingere di essere un umano. Come tutti gli attori, avete studiato bene il vostro copione e vi siete preparati per la recita prima che il sipario si alzasse. Nello stadio di pianificazione della vostra vita, prima di nascere, avete addirittura scritto il copione della rappresentazione. L’unica differenza è che state portando avanti questo dramma sulla scena del libero arbitrio, perciò non siete costretti a rispettare il copione che avete scritto. L’intera recita può essere improvvisazione. Tuttavia, anche quando esercitate la vostra abilità ad improvvisare, vi chiedete sempre se siete davvero “mmmm…. sul vostro cammino” o “nel copione”. Siete naturalmente portati a ritornare al copione che avete scritto per voi. Siete tutti attori. State recitando tutti un dramma individuale. Allora permetteteci di rimuovere alcune delle idee negative sulla parola “dramma” per guardare al suo effetto positivo.

Le regole del dramma

Vi diciamo che non ci sono regole nel dramma della vita. Anche così, ci sono idee e concetti che possono aiutarvi a comprendere il modo in cui funziona veramente. In effetti, è come spostare il velo per mostrarvi che cosa c’è dietro il sipario del palcoscenico su cui state recitando. Ora apriremo il sipario per mostrarvi alcune semplici idee che possono aiutarvi ad acquisire questa nuova prospettiva. La prima idea è così semplice che la maggior parte degli umani ha difficoltà ad accettarla, nonostante sia la più fondamentale, unica direttiva del gioco della vita. “La vita è una profezia che si auto-realizza”. Ora, per comprendere appieno ed abbracciare questa definizione, bisogna assumersi un’enorme quantità di responsabilità. La verità è che la maggioranza degli umani generalmente non è pronta ad assumersi tutta quella responsabilità. Essi accettano invece l’idea che ci siano influenze esterne che controllano il dramma della vita. “Sono nato con questo. Questo è il mio destino. Questo è ciò che devo affrontare. Non è colpa mia”. Ma, se la vita è veramente una profezia che si auto-realizza – cosa che è – voi avete una scelta in ogni secondo di ogni giorno. Ogni secondo di ogni giorno vi offre un’opportunità di cambiare la vostra vita.… non necessariamente verso il bene o verso il male, ma semplicemente di cambiare.

Ora vi suggeriamo un altro concetto che vi aiuterà sulla scena del vostro dramma. “Nella vita, ogni cambiamento conduce a qualcosa di meglio”. La rappresentazione sarebbe molto noiosa se sulla scena non cambiasse mai nulla. Infatti l’intero copione è basato sul cambiamento costante; è il cambiamento che rende il dramma interessante. Ovviamente non appare sempre così se avete appena perduto il lavoro, quando una relazione si rompe, quando siete depressi o vi guardate dentro e vi sembra di non ritrovare voi stessi. Eppure vi diciamo che nel lungo termine un effetto è costante – ogni cambiamento porta a qualcosa di meglio. Quando siete in grado di riconoscere che avete delle scelte e che ogni cambiamento porta a qualcosa di meglio, allora potete capire come dirigere il vostro dramma.

Cambiare canale

Quando cliccate sul telecomando della vostra tv, cambiando le reti televisive, vedrete sia i drammi che vi interessano sia quelli che non vi interessano. Alcuni spettacoli televisivi sono noiosi ed alcuni molto emozionanti, mentre alcuni sono educativi ed altri ancora vi faranno piangere. Da spettatore, voi cambiate i canali per trovare quello che è in risonanza con voi. E’ importante capire che i canali separati sono studiati per attirare spettatori differenti. Questo è il motivo per cui ce ne sono così tanti. Noi speriamo che scegliate sempre un canale che arricchisca voi, lo spettatore. Ora mettetevi dall’altra parte del telecomando e capite di essere voi l’attore che sta interpretando la parte; avete la scelta di modificare quel copione in ogni momento. Avete la possibilità di osservare quel dramma da una prospettiva diversa, se così scegliete.

Gli umani con pieni poteri che adesso popolano il pianeta Terra guarderanno canali diversi dagli umani dei primi tempi. Proprio in questo periodo l’umanità si sta evolvendo ad un ritmo stupefacente. Ora è possibile vivere la vita quotidiana con pieno potere. Con quel potere, arriva un’enorme responsabilità. La ragione per cui la maggior parte degli umani non cammina ancora nel suo pieno potere è che è restia ad assumersi la responsabilità necessaria per bilanciare quel potere. Assumetevi la responsabilità ed otterrete il potere. La responsabilità è l’equilibrio del potere, perciò prendetevi la responsabilità in qualsiasi area desideriate cambiare e così avverrà. Anche se è soltanto un concetto, anche se è soltanto la responsabilità di riconoscere di essere un attore su un palcoscenico, che accetta di avere il controllo sulla propria vita.

Attaccamento al dramma

Adesso esaminiamo gli aspetti negativi del dramma. Che ne dite della persona che afferma: “Non voglio assolutamente avere alcun dramma nella mia vita”? Essi corrono nella direzione opposta e fanno qualunque cosa per evitare drammi nelle loro vite. Immaginate se steste guardando un canale dove l’attore principale arriva a casa per scoprire che sua moglie improvvisamente l’ha abbandonato. Se vedete le sue lacrime, la sua rabbia ed il suo dolore, questa è una vera esperienza umana e un dramma interessante; potete immedesimarvi in lui e provare la sua pena. Se egli si gira verso la telecamera e dice: “Non m’importa, ci deve essere qualcosa di meglio in arrivo sulla mia strada”.

N-O-I-O-S-O. In quell’istante il vostro tasto ha appena cambiato canale. Fidatevi di noi quando vi diciamo che state lavorando con un copione che sfocia nel dramma con facilità. Avrete i vostri alti e bassi. La maggior parte tenterà di avere solo alti senza nessun basso. L’idea qui è di amare entrambi i vostri alti e bassi come una splendida esperienza dell’anima. Quello è il copione del dramma che avete scritto. Quelle sono le esperienze umane che avete chiesto di interpretare. Non consideratevi negativi quando entrate nel dramma. Liberate semplicemente voi stessi dall’attaccamento al dramma, perché è lì che subentra il problema. E’ lì che la difficoltà entra nella vostra vita. Voi siete degli spiriti che fingono di essere umani su di un palcoscenico e come tali interpreterete sempre dei drammi. E’ la vostra natura. La sfida arriva quando sviluppate attaccamento al dramma, quando sviluppate attaccamento al copione e quando sviluppate attaccamento al ruolo che credete di interpretare. Questo attaccamento effettivamente blocca i cambiamenti che sono necessari nella vostra vita. L’attaccamento vi pone in un ciclo senza fine dello stesso dramma che si ripete ancora ed ancora. Lasciar andare l’attaccamento ad un risultato, rilascerà l’attaccamento al dramma nella vostra vita. Ecco dove arriva la libertà del cambiamento ed ecco come entrate nel vostro pieno potere, quando avete la capacità di cambiare ogni aspetto di voi stessi ed anche il vostro copione senza attaccamento.

Inerzia mortale

Gli umani sono creature abitudinarie. Se prendete un’iniziativa e la considerate un successo, allora la ripeterete per ricreare quel successo. E’ una normale condizione umana. Quando rifate quell’azione ripetutamente, il più delle volte il successo che vi attendete viene rimosso perché l’elemento del cambiamento se n’è andato. Tuttavia perseverate nello stesso modello perché è familiare e la paura dell’ignoto è molto più forte di una ripetizione infruttuosa. Quell’azione familiare crea inerzia. L’inerzia è la tendenza di un corpo a riposo a rimanere a riposo, oppure di un corpo con un movimento rettilineo a rimanere in un moto rettilineo a meno che non sia stimolato da una forza esterna. Spesso considerate l’inerzia come una forza costante che vi aiuta a restare nella direzione che avete scelto. Vi diciamo adesso che la forza d’inerzia nel dramma della vostra vita ha ucciso più umani di quanto forse potreste immaginare. Ha soffocato la spinta in avanti nel dramma della vita di molte anime. La morte lenta del vivere una vita nell’inerzia ha ucciso molti umani.

Avere il coraggio di trasformare l’inerzia è un enorme passo verso l’acquisizione di potere ed è molto terrificante per la maggioranza. La stesura del vostro copione può essere ultimata con la volontà di uscire dall’inerzia. Naturalmente, la vostra umanità vuole chiedere: “Quale strada è la migliore? Da quale parte è il cammino più veloce? Da quale parte è il miglior copione possibile?” Vi diciamo che non ci sono svolte sbagliate. Per gli umani è difficile capire questo. Perché, anche se fate una lunga deviazione per raggiungere la vostra destinazione, sarà perché imparerete qualcosa che avreste mancato se il vostro cammino fosse stato diretto. Ogni cambiamento porta a qualcosa di meglio, perciò l’esperienza dell’anima può persino favorire la persona che ha dovuto sperimentare tutte queste difficili situazioni.

Salsa di mirtilli

Vi chiediamo, che cosa desiderate nella vostra vita? Che cosa siete disposti ad accettare? Siete disposti a creare il sentiero proprio prima che il vostro piede urti il terreno? Che cosa implica questo? Implica di usare la vostra volontà, chiedendo a voi stessi che cosa potete fare per uscire dalla rappresentazione – per andare dietro al telecomando e premere il tasto di pausa mentre valutate tutte le parti del vostro dramma. Abbiamo parlato del dramma in precedenza. Ci fu un tempo in cui paragonammo il dramma al grandioso ricco buffet della Terra. Quando gli umani si avvicinano alla zona del buffet, prendono un briciolo di passione ed una porzione d’amore, ed amano l’amore, così mettono generose razioni d’amore nel loro piatto. Poi aggiungono nel loro piatto anche un assaggio di paura, perché senza la paura non potreste veramente gustare l’amore, così esaminate tutto quanto e finalmente arrivate alla salsa di mirtilli. La salsa di mirtilli è ciò che paragoniamo al dramma perché è magnifica ed aggiunge sapore ad ogni cosa, ma se ne mettete troppa, essa sovrasta tutto il vostro piatto. Molti di voi hanno chiesto come aumentare la propria longevità per poter vivere per sempre. Speriamo che non lo facciate. Noi auspichiamo che nel momento in cui restituirete quel corpo, esso sia stato ben usato, contuso e che abbiate grandi sorrisi sul volto come risultato dello splendido supporto che avete ricevuto dal quel corpo. Quel corpo deve essere goduto, non fatto durare più a lungo. Assaporate gli aromi della vita. Gustate i drammi. Cercate di guardare ai vostri drammi obiettivamente e dopo potete lasciar andare l’attaccamento ad essi. Allora potete dire: “Questo è semplicemente un dramma che si sta svolgendo. Non è buffo? Può darsi che questo dramma non mi diverta più, così cambierò il dramma”. Permettete a voi stessi di giocare.

Stabilire la vostra tonalità

Vi offriamo un altro suggerimento. Voi stabilite un tono vibrazionale che dà inizio al dramma della vostra vita. Quella è la vostra vibrazione. La vostra vibrazione è semplicemente una tonalità. Non è giusta e non è sbagliata. Non è migliore di un’altra. Non è ne più alta ne più bassa, è semplicemente la vostra tonalità. E’ la vostra ineguagliabile vibrazione armonica di Dio. E’ la vostra parte individuale che vi fornisce un’energia che può essere vista da un capo all’altro di tutto ciò che è. Vi chiediamo di imparare quella tonalità e di utilizzarla liberamente e frequentemente. Questa tonalità è ciò che allinea l’energia universale per attrarre in modo naturale vibrazioni simili nella vostra vita. Quando crescete, amplierete quel tono raccogliendo armonie dalle persone intorno a voi. Può trattarsi di un corso, un libro o semplicemente una persona che ammirate e che desiderate emulare. Questi elementi possono aggiungere ipertoni armonici alla vostra tonalità. Ciò che potete fare è aggiungere armonie alla vostra tonalità ed affinare la vostra vibrazione. Mentre la vostra tonalità si evolve, così fa il vostro dramma di vita. Permettete a voi stessi di adeguare l’energia degli altri per trasformare la vostra. Concedetevi di guardare tutti i canali della televisione, prima di scegliere le parti che volete inserire nel vostro dramma. Prendete quelle parti che amate, che alzano la vostra vibrazione e che rinforzano il vostro potere. Inglobate quei toni in voi e sentiteli vostri.

Ciascuno impara i primi passi della sua danza da qualcun altro. Ciascuno impara come spostare questo piede e metterlo qui e metterlo là, poi metterlo qui. Presto essi sentono la musica e sceglieranno di aggiungere i loro movimenti e dopo un po’ insegneranno la loro danza personale. E’ il vostro naturale adattamento dell’energia, il vostro adattamento della Luce e della vibrazione a creare i vostri drammi. Trovate quelle cose che vi arricchiscono, portatele a voi e sentitele vostre.

Carissimi, noi veniamo per onorarvi. Veniamo per sederci ai vostri piedi. Veniamo per reggere lo specchio molte volte davanti al vostro volto, così che ricorderete chi siete veramente. Noi ci auguriamo che comprendiate di essere i prescelti. Siete la parte di noi che ha scelto di porre questo velo sul proprio viso in modo da poter vedere Dio.

Avete delle capacità che nemmeno noi in cielo abbiamo. Potete toccarvi. Potete vedere Dio da lontano. Potete vedere cose, potete recitare drammi, potete godere la vita e potete persino avere le lacrime. Carissimi, voi siete l’espressione della divinità in forma umana e ci auguriamo che abbiate una meravigliosa esperienza umana. Speriamo che recitiate il dramma al meglio e, quando avrete finito, restituirete il vostro copione dicendo: “L’ho fatto bene. Ho avuto una splendida esperienza umana”.

Carissimi, è stata una tale gioia stare con voi. Questi momenti insieme sono davvero unici per noi perché ci permettono di venire a condividere con voi. Il Custode sta diventando molto abile nel permetterci di venire a fonderci con la sua personalità, perché lavoriamo con lui da dodici anni e mezzo in questa vita e in dodici vite precedenti. Ognuno di voi ha la medesima connessione. Imparate a crederci. Imparate ad attivarla. Voi avete una speciale vibrazione di questa vita che è vostra, affidata a voi – donata a voi fin dall’inizio della vostra incarnazione qui. Trovate un modo per amplificarla. Trovate un modo per farla emergere ed armonizzatevi ad essa. Trovate un modo per farla risplendere attraverso il vostro sorriso ed i vostri occhi e vedrete Dio in ogni persona che incontrerete.

Vi lasciamo con tre semplici promemoria: trattatevi l’un l’altro con il più grande rispetto, perché state guardando negli occhi di Dio. Arricchitevi a vicenda ad ogni opportunità perché quando elevate il potere degli altri, elevate la vibrazione del tutto. Ricordate che è un bel Gioco e giocate bene assieme.

Espavo

Il gruppo

Estratto da ” Come Vi Piace”

“Tutto il mondo è un palcoscenico, e tutti gli uomini e le donne sono semplicemente attori; hanno le loro uscite e le loro entrate, e un uomo nel suo tempo interpreta molte parti, sette età suddivise in sette atti….” Shakespeare

Copyright Notice:
Copyright 2007 Lightworker. Queste informazioni sono destinate alla circolazione e possono essere liberamente divulgate, per intero o in parte. L’utente acconsente ad allegare questo avviso sui diritti d’autore al materiale pubblicato. Ed è d’accordo che tutti i diritti, compresi i diritti d’autore sul materiale tradotto, rimangano proprietà di Lightworker.

Ulteriori informazioni dal Gruppo possono essere trovate su: http://www.Lightworker.com. Grazie per il vostro aiuto nel diffondere la Luce!